ZTE Nubia Z18: ufficiale con Snapdragon 845

ZTE Nubia Z18: ufficiale con Snapdragon 845

ZTE Nubia Z18 è ufficiale. L’azienda di produzione è davvero tornata in attività. Dopo i tanti problemi derivati dal “ban” imposto dall’amministrazione Trump nei confronti dell’azienda accusata di aver venduto componenti americane a Iran e Corea del Nord, ZTE sembra pronta a tornare sul mercato con rinnovata vitalità.

Dopo la presentazione a sorpresa di ZTE Axon 9 Pro durante l’IFA 2018, la fiera berlinese che si è chiusa ieri, ora l’azienda ha presentato ufficialmente ZTE Nubia Z18. Si tratta di uno smartphone dotato di un piccolo notch – come l’Essential Phone – alimentato da un Qualcomm Snapdragon 845. Il telefono ha un rapporto “screen-to-body” del 91,8%: il mini notch ospita solo la fotocamera frontale.

Il dispositivo non solo ha un bell’aspetto, ma è anche particolarmente prestante. Il processore Snapdragon risulta abbinato a 6 GB o 8 GB di RAM e 64 GB o 128 GB di spazio di archiviazione non espandibile. Il telefono è caratterizzato da un display LCD IPS con risoluzione 1080 × 2160.

Le specifiche di punta generalmente richiedono anche una batteria sufficientemente grande: ZTE Nubia Z18 è infatti dotato di una batteria da 3,450 mAh che supporta la ricarica rapida Qualcomm QuickCharge 4.0.

Per quanto riguarda il comparto ottico, sul lato anteriore troviamo una fotocamera da 8 MP con apertura f / 2.0. La configurazione della doppia fotocamera sul retro è composta da un sensore da 16 MP con apertura f / 1.6 e un altro sensore da 24MP con apertura f / 1.6.

ZTE Nubia Z18 può essere ordinato in Cina a 2.799 Yuan (circa 352 euro) per il modello da 6GB / 64GB, mentre l’8GB / 128GB viene venduto a 3.299 Yuan (circa 415 euro). È disponibile nelle varianti di colore Black e Red.

Angelo Borghese

Pubblicato da Angelo Borghese

Angelo Borghese è un giornalista scientifico con una solida formazione in fisica e astrofisica. Laureato con lode, ha iniziato la sua carriera come ricercatore, per poi passare alla divulgazione scientifica. Angelo è conosciuto per la sua capacità di rendere accessibili e comprensibili anche i concetti più complessi della scienza moderna. Scrive di spazio, esplorazioni spaziali e delle scoperte più recenti nel campo della fisica. È un appassionato di fotografia astronomica e spesso partecipa a conferenze e workshop per promuovere la cultura scientifica.