iPad Pro 12.9 (2018) svelato in alcune immagini

iPad Pro 12.9 (2018) svelato in alcune immagini

Mentre il mondo della tecnologia attende con impazienza l’arrivo della linea di iPhone 2018 previsto per il prossimo 12 settembre, nelle ultime ore è emerso che molto probabilmente Apple introdurrà anche una nuova versione del suo iPad Pro 12.9.

Alcuni rendering CAD e un video che mostra il design dell’iPad Pro 12.9 (2018) sono emersi online per darci una panoramica di ciò su cui sta lavorando l’azienda di Cupertino. I rendering mostrano l’assenza del jack per cuffie da 3,5 mm: una mossa che non stupisce, dato che Apple sta già vendendo i suoi modelli di iPhone senza jack per cuffie, riscuotendo anche un certo successo. Inoltre, non vi è alcun pulsante Home sui rendering. Dalle immagini si può dedurre che i nuovi modelli di iPad Pro saranno dotati della tecnologia Face ID di Apple.

I rendering e i video, resi pubblici dai siti OnLeaks e MySmartPrice, mostrano cornici più sottili su tutti e quattro i lati dell’iPad Pro 12.9 (2018). La mancanza del pulsante Home faceva parte dei report iniziali, che suggeriscono invece la disponibilità di Face ID.

A parte ciò, i rendering e il video mostrano anche l’assenza di qualsiasi “notch” nell’area frontale: una scelta chiaramente in controtendenza rispetto a quanto abbiamo visto sull’iPhone X e su tutti i principali dispositivi Android che hanno finora debuttato con una funzione di riconoscimento facciale.

Come detto in precedenza, l’iPad Pro 12.9 (2018) non avrà un jack per cuffie da 3,5 mm. Lo Smart Connector dovrebbe essere spostato nella parte posteriore. Altre novità sul nuovo dispositivo verranno rese note dal colosso californiano nei prossimi giorni.

Angelo Borghese

Pubblicato da Angelo Borghese

Angelo Borghese è un giornalista scientifico con una solida formazione in fisica e astrofisica. Laureato con lode, ha iniziato la sua carriera come ricercatore, per poi passare alla divulgazione scientifica. Angelo è conosciuto per la sua capacità di rendere accessibili e comprensibili anche i concetti più complessi della scienza moderna. Scrive di spazio, esplorazioni spaziali e delle scoperte più recenti nel campo della fisica. È un appassionato di fotografia astronomica e spesso partecipa a conferenze e workshop per promuovere la cultura scientifica.