Vivo Nex fa la sua comparsa su Geekbench a 24 ore dal lancio

Vivo Nex fa la sua comparsa su Geekbench a 24 ore dal lancio

A poche ore dalla presentazione ufficiale, che avverrà nella giornata di domani, martedì 12 giugno, Vivo Nex è stato interamente svelato grazie alla sua comparsa sul noto portale di benchmark Geekbench. Già negli scorsi giorni il telefono era stato oggetto di diverse indiscrezioni che avevano permesso di scoprire buona parte della sua struttura: tuttavia, l’elenco di Geekbench consente un quadro completamente esaustivo del nuovo telefono di Vivo.

Vivo Nex compare su Geekbench: confermato Snapdragon 710

Sul sito di benchmark viene confermata la presenza di un processore Qualcomm Snapdragon 710, abbinato a 6 GB di memoria RAM. Inoltre, sull’elenco viene specificato che il sistema operativo presente su questo dispositivo sarà Android Oreo, con l’ultima versione 8.1 (in attesa di aggiornamenti da parte di Google sul lancio di Android P, ndr).

I punteggi ottenuti da Vivo Nex sono pari a 1833 in Single-Core e 5805 in Multi-Core. Grazie ad alcune indiscrezioni emerse negli ultimi giorni, è facile presupporre che nella giornata di domani Vivo Nex verrà presentato anche in un’altra variante: stiamo parlando di Vivo Nex S, che sarà una versione senz’altro caratterizzata da un livello di prestazioni più elevato.

Vivo Nex S avrà invece un chip Snapdragon 845

Ne è una prova la presenza di un chip Snapdragon 845, abbinato a 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna. A differenza del Nex, che lo monterà posteriormente, sul Nex S il sensore per le impronte digitali troverà posto al di sotto del display.

Infine i prezzi. Stando a quanto pubblicato sul sito di microblogging cinese Weibo, Vivo Nex dovrebbe costare poco più di 500 euro, mentre la variante S avrà un prezzo di circa 600 euro.

Angelo Borghese

Pubblicato da Angelo Borghese

Angelo Borghese è un giornalista scientifico con una solida formazione in fisica e astrofisica. Laureato con lode, ha iniziato la sua carriera come ricercatore, per poi passare alla divulgazione scientifica. Angelo è conosciuto per la sua capacità di rendere accessibili e comprensibili anche i concetti più complessi della scienza moderna. Scrive di spazio, esplorazioni spaziali e delle scoperte più recenti nel campo della fisica. È un appassionato di fotografia astronomica e spesso partecipa a conferenze e workshop per promuovere la cultura scientifica.