InSight su Marte ha già scattato la prima foto

InSight su Marte ha già scattato la prima foto

Nella giornata di ieri l’umanità ha potuto festeggiare un’altra straordinaria conquista. Il veicolo spaziale InSight è infatti atterrato senza problemi su Marte. Il lander, gestito dalla NASA e costruito da scienziati negli Stati Uniti, in Francia e in Germania, è atterrato nella vasta distesa rossa di Mar Elysium Planitia poco prima delle 15:00 (ora statunitense).

Lì opererà per i prossimi due anni terrestri, dispiegando un sismometro, un sensore di calore e un’antenna radio per sondare l’interno del pianeta rosso. Gli scienziati sperano che InSight sarà in grado di scoprire i segni dell’attività tettonica e gli indizi sul passato del pianeta. Queste scoperte potrebbero illuminare il modo in cui Marte è diventato un mondo così desolato e desertificato.

Tutto il team del Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California, è letteralmente esploso in risate, applausi, abbracci e lacrime non appena InSight è atterrato sul pianeta rosso. “È stato fantastico”, ha detto una donna, asciugandosi gli occhi e stringendo la mano del collega. Pochi minuti dopo, sullo schermo principale della sala di controllo è apparsa un’immagine a macchie rosse e marroni: la prima fotografia di InSight dalla sua nuova “casa”.

È stato il primo sbarco con l’amministratore della NASA Jim Bridenstine a capo dell’agenzia. “È stata una giornata fantastica, incredibile”, ha detto Bridenstine in una conferenza stampa lunedì pomeriggio. Attraverso i detriti che coprono il parapolvere della fotocamera, InSight ha fotografato un piccolo sasso (che non dovrebbe causare problemi) e il bordo del suo stesso piede. In lontananza, si nota l’orizzonte di Marte. Ha detto Rob Grover, ingegnere che lavora ai sistemi di entrata, discesa e atterraggio:

InSight ha tanto lavoro da fare. Ma raggiungere la superficie di Marte non è un’impresa da poco.