Ho Mobile: nuova tariffa con 50 GB sulla rete 4G di Vodafone

Ho Mobile: nuova tariffa con 50 GB sulla rete 4G di Vodafone

Al prorompente arrivo di Iliad sul mercato italiano, i gestori storici hanno replicato con delle offerte molto competitive, che sono riuscite a contenere l’avanzata dell’operatore francese. Tra queste c’è anche Vodafone, che ha presentato ai suoi utenti (e anche a quelli già passati a Iliad o ad altri) delle promozioni piuttosto interessanti a dei prezzi molto contenuti.

Assieme a Vodafone va menzionata anche Ho Mobile, ovvero l’operatore virtuale low-cost della compagnia, che ha introdotto la terza tariffa telefonica dallo scorso mese di giugno. Dato che la precedente ha come “deadline” il prossimo 24 settembre, ecco che Ho Mobile ha già messo a disposizione degli utenti questa nuova tariffa: anche in questo caso, come nelle “edizioni” passate, la tariffa non ha un nome specifico.

Rispetto a quella precedente, questa nuova offerta ha un costo leggermente superiore: per sottoscriverla, infatti, sarà necessario spendere due euro in più (9,99 euro, ndr).

Tuttavia, ci sono anche dei vantaggi: il più concreto è rappresentato dalla quantità di GB messa a disposizione. La nuova tariffa di Ho Mobile prevede infatti 50 GB di traffico dati sulla rete 4G di Vodafone (che per molti è la migliore in Italia, ndr).

Ma non è tutto, perchè la nuova tariffa assicura anche chiamate illimitate verso tutti i fissi e i mobili nazionali e dell’Unione europea e SMS illimitati. Come per le tariffe precedenti, anche qui c’è da pagare un costo di attivazione. La spesa complessiva da affrontare è di 19,99 euro: 9,99 euro per attivazione e SIM e 10 euro come prima ricarica, da cui sarà poi scalato il costo di 9,99 euro del primo rinnovo.

Angelo Borghese

Pubblicato da Angelo Borghese

Angelo Borghese è un giornalista scientifico con una solida formazione in fisica e astrofisica. Laureato con lode, ha iniziato la sua carriera come ricercatore, per poi passare alla divulgazione scientifica. Angelo è conosciuto per la sua capacità di rendere accessibili e comprensibili anche i concetti più complessi della scienza moderna. Scrive di spazio, esplorazioni spaziali e delle scoperte più recenti nel campo della fisica. È un appassionato di fotografia astronomica e spesso partecipa a conferenze e workshop per promuovere la cultura scientifica.