OnePlus 6T, primo giorno da ‘sballo’ negli USA: +86% rispetto a OnePlus 6

OnePlus 6T, primo giorno da ‘sballo’ negli USA: +86% rispetto a OnePlus 6

OnePlus 6T è stato lanciato il 29 ottobre 2018 durante il grande evento di lancio che si è tenuto a New York. OnePlus 6T è il primo dispositivo dell’azienda del CEO Pete Lau che non solo funziona perfettamente su T-Mobile, ma può anche essere acquistato da T-Mobile utilizzando il finanziamento, le permute, o l’opzione T-Mobile Jump.

La nuova partnership di OnePlus con T-Mobile ha riscosso un successo diffuso. Combinando le vendite di T-Mobile e OnePlus.com, il primo giorno delle vendite di OnePlus 6T negli USA è stato superiore dell’86% rispetto al primo giorno delle vendite di OnePlus 6: un dato che certifica come OnePlus 6T sia a tutti gli effetti il fiore all’occhiello dell’azienda.

Con OnePlus 6, il marchio con sede a Shenzhen ha venduto più di 1 milione di unità in 22 giorni. Se si prende in considerazione il primo giorno di vendita di OnePlus 6T, si può tranquillamente dire che il telefono è sulla buona strada per diventare lo smartphone più venduto della società fino ad oggi: un successo davvero strepitoso, almeno fin qui.

L’utente statunitense intenzionato ad acquistare l’ultimo top di gamma di OnePlus deve tener presente che la variante T-Mobile del dispositivo è in effetti diversa dai dispositivi OnePlus 6T disponibili in tutto il mondo.

Oltre alle differenze a livello di hardware, la variante T-Mobile ha anche un feed Google integrato nel launcher di azioni; tuttavia, non è da escludere che si verifichino alcuni ritardi nella ricezione di aggiornamenti software a causa del livello aggiuntivo di certificazione richiesto da T-Mobile su tutte le versioni del software.

Angelo Borghese

Pubblicato da Angelo Borghese

Angelo Borghese è un giornalista scientifico con una solida formazione in fisica e astrofisica. Laureato con lode, ha iniziato la sua carriera come ricercatore, per poi passare alla divulgazione scientifica. Angelo è conosciuto per la sua capacità di rendere accessibili e comprensibili anche i concetti più complessi della scienza moderna. Scrive di spazio, esplorazioni spaziali e delle scoperte più recenti nel campo della fisica. È un appassionato di fotografia astronomica e spesso partecipa a conferenze e workshop per promuovere la cultura scientifica.