Moto Z4 potrebbe arrivare con il processore Snapdragon 8150

Moto Z4 potrebbe arrivare con il processore Snapdragon 8150

Moto G7 e Moto G7 Plus dovrebbero essere i prossimi dispositivi della serie di smartphone “mid-range” di Lenovo, con il lancio previsto per l’anno prossimo. Anche il Moto Z4 dovrebbe succedere al Moto Z3 nel 2019. Come molti ricorderanno, la serie Moto G fa parte del segmento di fascia media, mentre la serie Moto Z è la serie “top” dell’azienda.

Nonostante manchi ancora un po’ di tempo per la presentazione ufficiale di questi smartphone con marchio Moto, sul web sono già emerse diverse nuove informazioni, che rivelano dettagli chiave di questi nuovi telefoni. In particolare, il Moto Z4 dovrebbe sfoggiare Qualcomm Snapdragon 8150, ovvero l’imminente super chip, invece di un processore più vecchio. Il Moto Z3 di ultima generazione sfoggia un Snapdragon 835 ritenuto piuttosto obsoleto.

Oltre a questo, il noto tipster Andri Yatim (@HeyAndri su Twitter) dice che il Moto G7 sarà equipaggiato con un processore Qualcomm Snapdragon 660, abbinato a 4GB di RAM e 32GB di memoria incorporata. Il Moto G7 Plus di fascia più alta probabilmente otterrà uno dei chip della serie Snapdragon 700, che potrebbe essere lo Snapdragon 710. I processori saranno accoppiati con 4 GB / 6 GB di RAM e 64 GB di memoria integrata.

Infine, come accennato, Moto Z4 dovrebbe arrivare con il prossimo Qualcomm Snapdragon 8150, abbinato a 6 GB di RAM e 64 GB / 128 GB di memoria integrata. Non ci sono informazioni sul fatto che i tre telefoni offriranno la possibilità di espandere l’archiviazione esternamente. Il tipster non ha ancora rivelato nessun altro dettaglio.

I rendering del Moto G7 e del Moto G7 Plus sono trapelati all’inizio di questo mese, suggerendo la presenza di un notch a forma di goccia d’acqua e di una doppia fotocamera posteriore.

Valeria Caselli

Pubblicato da Valeria Caselli

Valeria Caselli è una giornalista scientifica specializzata in biotecnologie e scienze ambientali. Con una laurea in Scienze Biologiche e un master in Giornalismo Scientifico, Valeria ha lavorato per diverse riviste e siti web di fama internazionale. I suoi articoli trattano temi importanti come la sostenibilità ambientale, le nuove scoperte nel campo della genetica e le innovazioni in biotecnologia. Valeria è anche una fervente sostenitrice della divulgazione scientifica e spesso partecipa a eventi e conferenze per promuovere l'educazione scientifica.