La tassa sull’alluminio aumenterà i prezzi dei prodotti Apple?

La tassa sull’alluminio aumenterà i prezzi dei prodotti Apple?

Una decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump potrebbe mettere in difficoltà diverse aziende produttrici di device tecnologici, come Apple. Stiamo parlando dei dazi che l’America vuole porre sulle importazioni di alcuni materiali come l’alluminio. Tutto questo potrebbe penalizzare ampiamente i produttori di dispositivi tecnologici che fanno largo uso di questo materiale e che fanno riferimento per la maggior parte a forniture provenienti dall’estero.

È il caso proprio di Apple. L’azienda di Cupertino da diverso tempo ha messo un po’ da parte l’utilizzo della plastica per iPhone e gli altri dispositivi, come tablet e laptop. Le scocche in plastica sono riservate attualmente, da parte di Apple, ad un numero di prodotti limitato, da AirPods ad Apple TV.

Tutti gli altri prodotti, smartphone e computer, oltre che tablet, utilizzano in larga parte proprio l’alluminio, che si configura come uno dei materiali maggiormente diffusi nell’ambito della tecnologia. Per questo alcuni colossi dell’informatica tremano all’idea di dover spendere molto di più per l’acquisto dei materiali, un costo che potrebbe riversarsi verso gli utenti finali che acquistano i prodotti.

In realtà non ci sono sull’argomento delle opinioni uguali. L’analista Gene Muster ad esempio spiega che un eventuale aumento dei prezzi dipenderà dal modo in cui verranno applicati i rincari. Se la tassa dovesse interessare il materiale grezzo, Apple non avrebbe delle conseguenze dirette, perché i suoi prodotti vengono realizzati in gran parte all’estero.

In alternativa, se l’imposizione riguardasse il prodotto terminato, si potrebbero verificare dei veri e propri aumenti. Naturalmente la norma riguarderebbe esclusivamente gli Stati Uniti, ma sappiamo molto bene che Apple tende a conservare i listini uguali in tutti i Paesi in cui commercializza i suoi prodotti.

Un’altra possibilità consiste nel fatto che Apple potrebbe decidere di mantenere un livello di guadagno un po’ più basso, lasciando i prezzi secondo le regole attuali. Ma queste sono decisioni che potranno arrivare soltanto nel corso del tempo. Ne sapremo di più.

Cristiano Fedeli

Pubblicato da Cristiano Fedeli

Cristiano Fedeli è un giornalista con una profonda passione per la tecnologia e l'innovazione. Laureato in Ingegneria Informatica, Cristiano ha oltre 8 anni di esperienza nel settore della comunicazione tecnologica, collaborando con numerose testate online e cartacee. I suoi articoli coprono numerosi argomenti, dalle ultime tendenze del software ai progressi nell'hardware, passando per le start-up più innovative. Cristiano ha uno stile di scrittura chiaro e coinvolgente, che rende accessibili anche i temi più complessi. Nel tempo libero, ama sperimentare con nuovi gadget tecnologici e seguire le evoluzioni nel campo della realtà virtuale e aumentata.