Honor 8X e 8X Max saranno alimentati da uno Snapdragon 660

Honor 8X e 8X Max saranno alimentati da uno Snapdragon 660

Honor 8X e Honor 8X Max saranno ufficializzati in Cina il 5 settembre, come da teaser rilasciato dal marchio di smartphone di proprietà di Huawei. Mentre ci avviciniamo al lancio dei due nuovi smartphone Honor, le specifiche e i rendering del design trapelati nelle ultime settimane ci hanno dato un’idea della struttura di entrambi i dispositivi.

Da poche ore è emerso anche uno screenshot da un sito web di benchmarking cinese che suggerisce che i due dispositivi Honor 8X e 8X Max saranno alimentati da un processore Qualcomm Snapdragon 660.

All’inizio di questo mese, il sito dell’ente di certificazione TENAA aveva rivelato che i telefoni avrebbero ottenuto un processore octa-core, che avrebbe potuto essere l’ultimo HiSilicon Kirin 970. Invece, pare proprio che la scelta di Honor sia caduta sul Qualcomm Snapdragon. Il numero di modello menzionato in questo post su Weibo, ARE-AL00, corrisponde a quello visto su TENAA.

Tutte le specifiche riportate di seguito sono state reperite dal portale di certificazione cinese TENAA. L’Honor 8X avrà Android 8.1 Oreo come sistema operativo e sfoggerà un pannello TFT full HD a 7,12 pollici (1080×2244 pixel) con un rapporto 18,7: 9. Il processore, quasi certamente Snapdragon 660, sarà abbinato a 4 GB di RAM e 64 GB di memoria incorporata. Il telefono avrà anche una grande batteria da 4.900 mAh.

In termini di ottica, l’Honor 8X sarà dotato di una doppia fotocamera posteriore con un sensore primario da 16 megapixel e un sensore di profondità da 2 megapixel. Sul lato frontale troviamo una fotocamera da 8 megapixel. Per tutte le altre specifiche non resta che attendere il mese prossimo, quando i dispositivi verranno ufficialmente presentati.

Angelo Borghese

Pubblicato da Angelo Borghese

Angelo Borghese è un giornalista scientifico con una solida formazione in fisica e astrofisica. Laureato con lode, ha iniziato la sua carriera come ricercatore, per poi passare alla divulgazione scientifica. Angelo è conosciuto per la sua capacità di rendere accessibili e comprensibili anche i concetti più complessi della scienza moderna. Scrive di spazio, esplorazioni spaziali e delle scoperte più recenti nel campo della fisica. È un appassionato di fotografia astronomica e spesso partecipa a conferenze e workshop per promuovere la cultura scientifica.