Come si leggono i geroglifici?

Come si leggono i geroglifici?

Come si leggono i geroglifici? La scrittura degli Egizi è molto particolare e la sua scrittura non ha un senso univoco. La lettura dei geroglifici può infatti avvenire da destra a sinistra e in alcuni casi anche da sinistra verso destra. Ci sono anche delle situazioni in cui è prevista la lettura di questi segni dall’alto verso il basso. È utile comunque individuare un senso di lettura, caso per caso, affidandosi a dei precisi segnali che possono essere presenti in un testo di questo tipo.

Per comprendere il verso di lettura di un testo composto da geroglifici, infatti, bisogna innanzitutto trovare una vera e propria chiave di lettura. Si tratta della presenza di un glifo a forma di testa, che costituisce una specie di punto.

Il sistema di geroglifici infatti è creato in modo da disporre in un certo senso un gruppo di simboli, che tra l’altro potevano avere più significati anche in base a come erano disegnati. Il simbolo della testa ha una funzione fondamentale all’interno di un messaggio composto da questi simboli egizi. Si tratta di un’indicazione molto importante per capire come decifrare un testo e in quale direzione leggerlo.

Come si leggono i geroglifici, quindi? Se il simbolo della testa è rivolto verso sinistra bisogna, quindi, iniziare a leggere da sinistra, fino a giungere proprio a questo glifo. Se il volto è invece rivolto verso destra, bisogna procedere nel senso contrario. Quando la testa è rivolta verso l’alto, il testo è scritto in verticale e per leggerlo bisogna procedere dall’alto verso il basso.

Ecco quindi quali sono le curiosità assolutamente da sapere sul verso di lettura dei geroglifici egizi. Gli studiosi da tempo si interrogano su questa scrittura molto particolare e nel corso del tempo hanno compreso molti dettagli interessanti su ciò che questi testi antichi rappresentano e sul loro significato, che può essere compreso ovviamente anche seguendo un verso ben preciso per la lettura.

Lidia Barani

Pubblicato da Lidia Barani

Lidia Barani è una giornalista esperta nel campo della tecnologia e dell'innovazione. Con oltre 10 anni di esperienza nel settore, ha lavorato per diverse testate nazionali e internazionali, contribuendo con articoli e approfondimenti su temi legati all'intelligenza artificiale, alla robotica e alle ultime tendenze del mondo digitale. Lidia è appassionata di scienza e ama esplorare come le nuove tecnologie possano migliorare la nostra vita quotidiana. Nel tempo libero, si dedica alla lettura di saggi scientifici e alla scrittura di racconti di fantascienza.