Oppo Find X: la resistenza al bend test non è delle migliori

Oppo Find X: la resistenza al bend test non è delle migliori

Oppo Find X è senza dubbio uno dei telefono più importanti dell’anno. Il top di gamma dell’azienda di Dongguan è caratterizzato da specifiche tecniche di grande livello, che hanno ottenuto fin da subito un notevole apprezzamento tra gli esperti del settore e anche tra gli utenti, specialmente quelli più affezionati ai prodotti realizzati da Oppo.

Oppo Find X, i test dello YouTuber lo mettono a dura prova

Ad esempio, una delle caratteristiche più apprezzate è stata certamente la presenza di un cursore motorizzato che permette di nascondere i moduli della fotocamera anteriore e posteriore. Tuttavia, con le parti mobili dell’hardware, possono presentarsi alcuni problemi in termini di resistenza.

Il famoso YouTuber Zack, appartenente al canale JerryRigEverything, ha messo Oppo Find X a dura prova, sottoponendolo al suo scratch, burn e bend test per scoprire come questo smartphone riesce ad adattarsi alle varie torture.

Oppo Find X va discretamente nello scratch test

Il cursore mobile è stato il primo elemento a subire delle critiche. Zack ha infatti precisato che si tratta di uno strano elemento di design che è destinato a fallire a causa dell’uso prolungato. E non è tutto: Oppo Find X ha fallito anche il test di piegamento.

Per quanto riguarda lo scratch test, i segni relativi ai graffi sono giunti al livello 6 e le scanalature più profonde al livello 7, che sono i risultati standard per un telefono protetto da Corning Gorilla Glass 5. Lo youtuber ha inoltre rilevato che i lati del telefono sono fatti di metallo e sembrano in grado di garantire un “senso di solidità”. La parte posteriore dello smartphone, fatta di vetro, ha resistito molto bene ai test.

 

Cristiano Fedeli

Pubblicato da Cristiano Fedeli

Cristiano Fedeli è un giornalista con una profonda passione per la tecnologia e l'innovazione. Laureato in Ingegneria Informatica, Cristiano ha oltre 8 anni di esperienza nel settore della comunicazione tecnologica, collaborando con numerose testate online e cartacee. I suoi articoli coprono numerosi argomenti, dalle ultime tendenze del software ai progressi nell'hardware, passando per le start-up più innovative. Cristiano ha uno stile di scrittura chiaro e coinvolgente, che rende accessibili anche i temi più complessi. Nel tempo libero, ama sperimentare con nuovi gadget tecnologici e seguire le evoluzioni nel campo della realtà virtuale e aumentata.