Meglio OpenOffice o LibreOffice? Le differenze

Meglio OpenOffice o LibreOffice? Le differenze

Meglio OpenOffice o LibreOffice per sostituire Microsoft Office? In effetti, Microsoft Office è uno dei programmi più utilizzati al PC, ma è un programma a pagamento e per questo molti utenti ricercano un’alternativa gratuita per poter utilizzare i famosissimi programmi di Word, Excel e Power Point senza dover pagare nulla.

Infatti, pur essendoci dei modi per entrare in possesso di Office gratuito, è sempre meglio ricorrere a programmi ufficiali che sono delle valide alternative.

Anche perché la versione di Office free è limitata a 60 giorni: in pratica, si potrà usare il famoso programma soltanto per due mesi.

Ad ogni modo, qualora si volesse scaricare la prova gratuita di 60 giorni, sarà opportuno accedere al sito Microsoft con i propri dati dell’account oppure crearne uno.

A questo punto, bisognerà cliccare su “Effettuare la registrazione per continuare”, quindi compilare i campi scegliendo se scaricare la versione 32 bit o 64 bit (se si è in dubbio, è opportuno scaricare la 32 bit).

Cliccando su “Continua”, verrà richiesto di digitare il Product Key che viene suggerito, quindi, cliccare sul download e aspettare che il programma venga scaricato.

Il file che verrà scaricato sarà in formato ISO: sarà sufficiente montare l’immagine con Windows 10 oppure con un apposito software.

Da questo momento sarà possibile utilizzare il programma gratuitamente per due mesi dopodiché scegliere se disinstallarlo oppure acquistare la licenza.

Dunque, quali sono le migliori alternative a Microsoft Office?

Meglio OpenOffice o LibreOffice?

Per rispondere a questo quesito, ecco un po’ di storia sui due software.

Qual è l’alternativa a Microsoft Office?

Quali sono le differenze fra questi due programmi?

Come decidere se sia meglio OpenOffice o LibreOffice?

Il primo è nato nel 1999 ad opera di Sun Microsystems: si chiamava OpenOffice.org e permetteva a chiunque possedesse Windows, Mac o Linux di usufruire di tutto il pacchetto in modo gratuito.

Poi nel 2011, dopo tanti anni di successo, la Sun Microsystems fu acquistata da Oracle e quindi il programma cambiò nome in “Oracle OpenOffice”: tuttavia, il progetto venne dopo poco tempo abbandonato.

LibreOffice, infatti, nasce ad opera degli stessi sviluppatori di OpenOffice: Oracle riprese in mano quel progetto ma lo cedette ad Apache.

È proprio per questo che OpenOffice si chiama Apache OpenOffice: quindi, se vi state chiedendo se sia meglio Apache OpenOffice o LibreOffice, in realtà vi state riferendo, di fatto, alla stessa cosa, proprio perché il progetto da cui nasce LibreOffice è lo stesso di OpenOffice.

Quale scegliere?

LibreOffice vs OpenOffice: la situazione attuale per i due programmi è che il primo è installato di default su Linux e i suoi aggiornamenti vengono apportati ogni giorno; il secondo, invece, viene aggiornato con meno frequenza.

Meglio OpenOffice o LibreOffice?

Le differenze fra i due programmi sono principalmente basate sul tema e su altre caratteristiche grafiche, ma anche su certe funzionalità.

Infatti, LibreOffice ha più funzionalità rispetto ad OpenOffice: ad esempio si possono includere dei font esterni ai documenti oppure includere macro VB di Office (e queste sono solo alcune delle principali funzioni aggiuntive).

Un’altra differenza è quella delle licenze, perché OpenOffice utilizza la licenza Apache mentre LibreOffice la licenza Mozilla Public License v2.0 (LGPL v3/MPL).

Questo vuol dire che LibreOffice può utilizzare liberamente il codice di OpenOffice (e quindi includere le eventuali modifiche che vengono apportate) mentre OpenOffice non può utilizzare il codice di LibreOffice e dunque non può apportare modifiche oppure nuove funzionalità.

Come installare i programmi sul proprio PC?

Meglio OpenOffice o LibreOffice?

Per poter capire quale dei due programmi faccia più al caso vostro, è possibile scaricare gratuitamente i due programmi e testarli.

Per il download di LibreOffice, cliccate qui.

Sarà possibile installare il programma, scaricando la versione 6.2.2 (ma è anche disponibile la versione 6.1.5) e scaricare anche l’interfaccia del programma tradotto in italiano.

I sistemi operativi compatibili sono:

  • Linux x64 (deb);
  • Linux x64 (rpm);
  • Linux x86 (deb);
  • Linux x86 (rpm);
  • Mac OS X x86_64 (richiesto 10.8 o più recente);
  • Windows;
  • Windows x86_64 (richiesto Windows 7 o più recente).

Scaricare OpenOffice. Per il download di OpenOffice, il link è questo.

In questo sito sarà possibile selezionare il sistema operativo e la versione: sarà possibile scaricare OpenOffice Mac per i sistemi operativi OS X che abbiano versioni uguali o superiori alla 10.7 o uguali e inferiori alla 10.6.

È compatibile anche il sistema operativo Linux e, nello specifico:

  • Linux 64-bit (x86-64) (DEB);
  • Linux 64-bit (x66-84) (RPM);
  • Linux 32-bit (x86) (DEB);
  • Linux 32-bit (x86) (RPM).

Ovviamente, sarà possibile scaricare il software anche sul proprio PC Windows, mentre selezionando “more platforms/operating systems” sarà possibile scaricare anche OpenOffice per Android.

Si può scegliere anche la lingua, quindi scaricare OpenOffice italiano oppure in numerose altre lingue.

Conclusioni

Concludendo, è meglio OpenOffice o LibreOffice?

Adesso si può rispondere a questa domanda con più consapevolezza.

In definitiva, è meglio LibreOffice per due motivi:

  • perché è installato di default sui sistemi operativi Linux (ed è compatibile anche con Mac e Windows);
  • per gli aggiornamenti più frequenti rispetto ad OpenOffice.

Resta soltanto un aspetto che non consente di giudicare se sia meglio OpenOffice o LibreOffice e cioè quello che attiene alla lettura di file proprietari esterni (ad esempio quelli di Office).

Sia OpenOffice che LibreOffice riescono a leggere in maniera corretta i documenti in Open Format (come ODT e ODF), ma nel caso di file di Office quale dei due software è più adatto?

Non si può scegliere quale sia più adatto perché entrambi i programmi rivelano delle buone prestazioni e dei buoni comportamenti a seconda dei casi: nello specifico, ci sono dei file in formati proprietari che differiscono per elementi, formattazione o altro che LibreOffice legge meglio e altri che, invece, vengono letti in maniera migliore da OpenOffice.

In ogni caso, anche se si vuole prendere come elemento di discrimine questo della lettura di file esterni, il confronto viene comunque vinto da LibreOffice: infatti, questo software riesce a salvare in maniera migliore i file e i documenti che provengono da software esterni.

Cristiano Fedeli

Pubblicato da Cristiano Fedeli

Cristiano Fedeli è un giornalista con una profonda passione per la tecnologia e l'innovazione. Laureato in Ingegneria Informatica, Cristiano ha oltre 8 anni di esperienza nel settore della comunicazione tecnologica, collaborando con numerose testate online e cartacee. I suoi articoli coprono numerosi argomenti, dalle ultime tendenze del software ai progressi nell'hardware, passando per le start-up più innovative. Cristiano ha uno stile di scrittura chiaro e coinvolgente, che rende accessibili anche i temi più complessi. Nel tempo libero, ama sperimentare con nuovi gadget tecnologici e seguire le evoluzioni nel campo della realtà virtuale e aumentata.