Viaggi nel tempo: violate le leggi della fisica per una frazione di secondo

74
viaggi nel tempo

Una ricerca, i cui risultati sono stati pubblicati su Scientific Reports, ha svelato un esperimento che sembra avere dell’incredibile. Con un computer quantistico è stata infatti violata una legge della fisica che sembrava impossibile da contrastare. Per una frazione di secondo si è tornati infatti indietro nel tempo.

È stata così contraddetta la legge della fisica che vuole il tempo scorrere sempre dal passato al futuro e mai al contrario. Con dei computer quantistici, secondo l’esperimento in questione, questa violazione delle leggi della fisica può avvenire nell’85% delle situazioni.

Gli studiosi sono riusciti a violare questa legge importantissima del nostro universo attraverso un computer quantistico messo a punto con poche unità a costituire la sua base, con un’equivalenza rispetto ai tradizionali bit che siamo abituati a conoscere.

Attraverso l’utilizzo di un software molto particolare, il computer quantistico è riuscito a tornare indietro nel tempo, solo per una frazione di secondo, ma questo è bastato per far rendere la scoperta davvero sensazionale.

Grazie ad un computer quantistico realizzato solo con due qubit (le unità di base che lo compongono), può avvenire questo fenomeno nell’85% dei casi. Se le unità di base del computer passano a tre invece che a due, la percentuale in questione sale addirittura al 50%.