OSIRIS-REx scatta una foto della Terra: l’immagine è straordinaria

La prima missione di campionamento di asteroidi della NASA, denominata OSIRIS-REx, ha catturato un’immagine incredibile della Terra, stando a quanto riferito dai media. L’immagine è stata catturata il 19 dicembre 2018, giorni prima che “Origins, Spectral Interpretation, Resource Identification, Security-Regolith Explorer” (OSIRIS-REx) entrasse in orbita attorno a Bennu la notte di Capodanno. A rivelarlo è il quotidiano britannico Daily Mail.

Bennu è il più piccolo corpo celeste mai orbitato da una nave spaziale. L’immagine mostra l’asteroide Bennu, in alto a destra, a circa 43 chilometri dalla nave spaziale, e la Terra e la Luna, in basso a sinistra, a più di 110 milioni di chilometri di distanza. Il piccolo asteroide – a malapena 500 metri di diametro – appare come un grande oggetto luminoso nella foto a lunga esposizione rilasciata la scorsa settimana.

Lanciata dalla Florida nel 2016, la sonda OSIRIS-REx ha raggiunto Bennu il 3 dicembre 2018 dopo aver percorso più di un miliardo di miglia nello spazio. L’astronave trascorrerà quasi un anno rilevando la roccia spaziale dall’orbita.

Il 1° gennaio 2019, il veicolo spaziale, a 110 milioni di chilometri di distanza, ha effettuato una singola scarica di otto secondi dei suoi propulsori. Ora la sonda ruoterà attorno a Bennu a circa 1,75 km dal suo centro, più vicino di quanto qualsiasi altra nave spaziale abbia mai raggiunto il suo oggetto di studio celeste.

In precedenza, l’orbita più vicina a un corpo planetario risaliva al maggio 2016, quando la sonda spaziale Rosetta orbitava a circa sette chilometri dal centro della cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko. L’astronave è programmata per orbitare attorno a Bennu verso la metà di febbraio a una piacevole orbita di 62 ore. Il team OSIRIS-REx riprenderà le operazioni scientifiche a fine febbraio.