Narwal Freo X Ultra: recensione del robot aspirapolvere

Narwal Freo X Ultra: recensione del robot aspirapolvere

Abbiamo spesso discusso di robot aspirapolvere e delle loro capacità, ma l’introduzione in Italia del Narwal Freo X Ultra rappresenta una svolta significativa. Questo nuovo sviluppo, adottato da diversi marchi asiatici, segna l’avvento di dispositivi ancora più intelligenti e avanzati. Questi robot non solo aspirano e lavano con maggiore efficacia, ma sono anche capaci di gestire autonomamente la propria pulizia.

Recensione Narwal Freo X Ultra

Il Narwal Freo X Ultra è un robot aspirapolvere incredibilmente potente, che esprime la sua forte identità già dal design sofisticato della sua stazione base, che è piuttosto voluminosa. La vera innovazione nell’utilizzo di questo dispositivo domestico si trova all’interno della stazione di ricarica: due serbatoi che gestiscono il rifornimento e lo scarico dell’acqua per la pulizia.

Design e specifiche tecniche

Le specifiche tecniche del Narwal Freo X Ultra sono decisamente notevoli, in particolare per quanto riguarda la capacità di aspirazione: raggiunge infatti 8200 PA, quasi il triplo rispetto alla maggior parte degli aspirapolvere disponibili sul mercato, che solitamente si fermano a 3000 PA. Alcuni modelli più potenti arrivano a 4000 PA. È evidente che superare la soglia degli 8000 PA rappresenta un significativo vantaggio.

Un altro aspetto rilevante è rappresentato dalle spazzole di lavaggio, che possono esercitare una pressione fino a 12N, simile a quella di una persona che spinge uno spazzolone con una forza considerevole.

Il Narwal Freo X Ultra regola la pressione sulla superficie da pulire in base al tipo di materiale: 7N per il parquet e 12N per le piastrelle, garantendo una pulizia efficiente. Inoltre, le spazzole di lavaggio hanno una forma quasi triangolare, che permette loro di ruotare senza lasciare spazi non puliti. Le spazzole girano a una velocità di 180 giri al minuto, assicurando una pulizia efficace anche in presenza di sporco ostinato.

Un punto del dispositivo da considerare riguarda l’altezza di sollevamento delle spazzole per superare tappeti o piccoli ostacoli. L’altezza massima è di soli 12 mm, il che significa che spesso le spazzole toccano comunque i tappeti.

Per la navigazione e la mappatura degli ambienti, il Narwal Freo X Ultra utilizza una combinazione di tre sistemi: laser, infrarossi e ultrasuoni. La mappatura è rapida, ma il robot non è in grado di riconoscere gli oggetti né di classificare automaticamente le stanze. Un piccolo difetto riguarda la qualità delle plastiche, che tendono a rovinarsi facilmente a contatto con i mobili, un problema comune a molti prodotti di questa categoria.

La stazione di base

La stazione base del Narwal Freo X Ultra è un vero capolavoro, anche se presenta una carenza rispetto ad alcune alternative concorrenti, che vedremo tra poco. Innanzitutto, la base ha un design unico e piacevole, che si integra bene in qualsiasi ambiente domestico.

Sollevando il coperchio superiore, dove si trovano i comandi per il controllo diretto del robot, si rivela il suo vero punto di forza. All’interno, sono presenti due serbatoi: uno per l’acqua pulita e uno per l’acqua sporca, permettendo al Narwal Freo X Ultra di gestire autonomamente la pulizia della casa e delle spazzole.

Inoltre, nella stazione base del Narwal Freo X Ultra c’è anche uno spazio dedicato per il detersivo, che contribuisce a migliorare l’efficacia della pulizia. L’unica nota negativa, già menzionata, è che il Narwal Freo X Ultra non svuota automaticamente il serbatoio della polvere. Questo compito deve essere svolto manualmente, oppure si può optare per il raccoglitore usa e getta, che richiede però l’acquisto frequente di ricambi.

Il serbatoio dell’acqua pulita ha una capacità di 4,5 litri, mentre quello dell’acqua sporca è di 4,1 litri, consentendo al Narwal Freo X Ultra di funzionare per diverse settimane senza la necessità di interventi frequenti da parte del proprietario.

La batteria

Il Narwal Freo X Ultra è dotato di una batteria che consente un’autonomia di 3,5 ore senza necessità di ricarica. Questo permette al robot di pulire una casa di 260 metri quadrati senza interruzioni. La ricarica avviene in maniera totalmente automatica, eliminando la necessità di interventi manuali da parte dell’utente. La gestione della batteria è completamente autonoma, quindi non richiede alcuna attenzione da parte dell’utilizzatore.

Il software per la gestione

L’applicazione che gestisce Narwal Freo X Ultra, insieme al suo software, è davvero eccezionale. Durante il primo utilizzo, il robot esegue la mappatura della casa in modo rapido e preciso. Dopo aver completato la mappatura, si possono unire, modificare o separare le stanze, specificare il tipo di pavimento per ciascuna e, infine, stabilire un ordine di pulizia, creando una gerarchia delle operazioni.

In seguito, è possibile programmare la pulizia con cadenza regolare oppure attivare manualmente Narwal Freo X Ultra a piacimento. I programmi di pulizia sono vari, ma quello automatico è il più efficiente, poiché riconosce le zone particolarmente sporche che necessitano di maggiore attenzione.

Narwal Freo X Ultra ritorna alla base dopo aver pulito ogni stanza per effettuare la manutenzione dei panni di lavaggio, e poi riparte con acqua e spazzole pulite. I sistemi combinati di laser, infrarossi e ultrasuoni permettono di rilevare gli ostacoli lungo il percorso, arrivando molto vicino, a meno di un centimetro di distanza.

Nessun problema con capelli e peli di animali: Narwal Freo X Ultra è dotato di un sistema chiamato Zero Tangling, che consente di aspirare i capelli senza che si attorciglino intorno alle spazzole. Narwal Freo X Ultra può essere controllato vocalmente tramite Apple Siri, Amazon Alexa e l’assistente di Google.


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.