iOS 12.1: con l’aggiornamento arriva la Performance Management

iPhone

Apple ha rilasciato questa settimana il suo ultimo aggiornamento del software iOS 12.1 per i modelli di iPhone, iPad e iPod touch. L’aggiornamento ha portato con sé diverse funzionalità, tra cui il supporto per FaceTime di gruppo, Controllo della profondità nell’anteprima della fotocamera per gli ultimi modelli di iPhone, connettività cellulare migliorata, 70 nuove emoji e correzioni per diversi problemi che si erano presentati negli ultimi tempi.

Tuttavia, il changelog ha anche menzionato l’inclusione di una “funzionalità di gestione delle prestazioni” sull’iPhone X dello scorso anno, sull’iPhone 8 e sull’iPhone 8 Plus. E’ una novità che fa probabilmente riferimento alla polemica sulla riduzione delle prestazioni che ha interessato Apple alla fine dello scorso anno e all’inizio del 2018.

La casa di Cupertino è stata infatti accusata di aver limitato le prestazioni dei modelli di iPhone, iPhone 6 e superiori. Apple ha confessato di aver effettivamente rallentato gli iPhone, per prevenire arresti imprevisti, a seconda dello stato di salute della batteria. Tuttavia, in precedenza non veniva menzionata la presenza di una funzionalità di gestione delle prestazioni nell’iPhone 8, iPhone 8 Plus dello scorso anno o iPhone X.

La pagina di supporto ufficiale del gigante di Cupertino per la batteria e le prestazioni dell’iPhone è stata aggiornata, e ora si può leggere questa dichiarazione di Apple:

A partire da iOS 12.1, iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X includono questa funzione, ma la gestione delle prestazioni potrebbe essere meno evidente a causa della loro progettazione hardware e software più avanzata.

Questa funzione di gestione delle prestazioni gestisce diversi aspetti dello smartphone, tra cui la temperatura del dispositivo e lo stato di carica della batteria. La funzionalità entra in gioco solo quando la batteria si deteriora dalla sua capacità originale, che, secondo Apple, è impostata all’80%.