Honor Play arriva in una nuova variante di colore: Ultraviolet

Honor Play arriva in una nuova variante di colore: Ultraviolet

Honor, sub-brand di Huawei, ha annunciato lunedì il lancio dell’ultima variante di colore Ultraviolet di Honor Play per il modello da 4 GB RAM e 64 GB di storage.

Questa variante sarà messa in vendita nel mercato indiano (tramite Amazon, ndr) ad un prezzo di 19.999 rupie (circa 238 euro) da mercoledì 3 ottobre e sarà disponibile accanto alle varianti colore Midnight Black e Navy Blue sul sito web dell’azienda. Al momento non è chiaro se questa nuova variante di colore verrà commercializzata unicamente in India o se sbarcherà anche nei mercati internazionali. Nei prossimi giorni ne sapremo certamente di più.

Honor Play è un dispositivo dual-SIM che esegue EMUI 8.2 su Android 8.1 Oreo. Il telefono sfoggia un display full-HD da 6,3 pollici (1080×2340 pixel) con un rapporto di forma 19,5: 9 e un “notch” posizionato sulla parte alta del display.

Il telefono è alimentato con un procesore HiSilicon Kirin 970 che è stato annunciato lo scorso anno. Il chip risulta abbinato ad una ARM Mali-G72 MP12, due opzioni di RAM (4 GB e 6 GB) e 64 GB di memoria interna, espandibile fino a 256 GB tramite slot combinato SIM/MicroSD Micro SD.

Per quanto riguarda il comparto foto, Honor Play è caratterizzato da una doppia configurazione posteriore della fotocamera, con un sensore primario da 16 megapixel (apertura f / 2.2) e un sensore secondario da 2 megapixel (apertura f / 2.4).

Sul lato anteriore, invece, Honor Play si presenta con una sola fotocamera da 16 MP, con apertura f / 2.0, particolarmente adeguata per selfie e videochiamate. Infine, Honor Play è dotato anche di una significativa batteria da 3,750 mAh, che garantisce una buona autonomia.

Angelo Borghese

Pubblicato da Angelo Borghese

Angelo Borghese è un giornalista scientifico con una solida formazione in fisica e astrofisica. Laureato con lode, ha iniziato la sua carriera come ricercatore, per poi passare alla divulgazione scientifica. Angelo è conosciuto per la sua capacità di rendere accessibili e comprensibili anche i concetti più complessi della scienza moderna. Scrive di spazio, esplorazioni spaziali e delle scoperte più recenti nel campo della fisica. È un appassionato di fotografia astronomica e spesso partecipa a conferenze e workshop per promuovere la cultura scientifica.