Google Pixel 5 forse arriverà con un mese di ritardo

Google Pixel 5 forse arriverà con un mese di ritardo

I nuovi smartphone della serie Google Pixel 5 potrebbero essere lanciati sul mercato del mobile con un mese di ritardo. È quanto emerge da una serie di indiscrezioni diffuse da Jon Prosser. Quest’ultimo ha spiegato che Google avrebbe proprio intenzione di rimandare il lancio dei smartphone di prossima generazione.

La stessa decisione sarebbe stata presa per Google Pixel 4a

La decisione, sempre secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe già stata presa per Google Pixel 4a. E lo stesso a quanto pare sarà per i Pixel 5 e i Pixel 5 XL. Prosser ha spiegato che la decisione è stata inevitabile. Anche perché dietro queste ipotesi ci potrebbero essere delle condizioni del mercato che non sono certo molto positive, per il momento delicato che stiamo vivendo in tutto il mondo.

La decisione di Google, se fosse confermata ufficialmente, non sarebbe comunque da considerarsi molto strana. È da dire infatti che varie aziende di produzione potrebbero valutare di presentare o far uscire in ritardo i prossimi prodotti di punta.

Basti pensare ad esempio al fatto che non sappiamo ancora nulla sui prossimi iPhone di Apple. Non conosciamo dei dettagli sicuri, infatti, sulla prossima presentazione che alcune voci dicono sia prevista per settembre.

Lo stesso si può dire per quanto riguarda Samsung Galaxy Note 20, che potrebbe arrivare con qualche settimana di ritardo.

I Google Pixel 5 in arrivo per le prossime festività natalizie?

Google dal canto proprio potrebbe cercare di sfruttare il periodo delle prossime festività natalizie, presentando i Google Pixel 5 all’inizio del prossimo novembre.

In questo modo non farebbe altro che lanciare i nuovi smartphone sul mercato in occasione del Black Friday e quindi delle festività di fine anno. Non abbiamo però attualmente delle informazioni precise e quindi non possiamo fare altro che attendere ulteriori dettagli.

Pubblicato da Gianluca Rini

Laureato in Scienze Turistiche, ho conseguito poi un master in Giornalismo e Comunicazione. Mi interesso da molto tempo del settore della scienza e della tecnologia e ho collaborato con diverse testate giornalistiche, cartacee e online.