Fitbit Luxe: il bracciale smart che sembra un gioiello – Recensione

Fitbit Luxe: il bracciale smart che sembra un gioiello – Recensione

Certamente, osservandolo nel suo aspetto, il Fitbit Luxe sembra quasi un gioiello, considerando il design ricercato proposto dalla casa di produzione. Stiamo parlando del bracciale smart che si propone di raggiungere una posizione ottimale per quanto riguarda la fascia di mercato nella quale si inserisce. Il design è molto interessante e lo si può vedere semplicemente ammirando le immagini e le foto che lo ritraggono, anche quelle diffuse in rete. Non manca la classe, quindi, e le soluzioni proposte dal punto di vista software sono davvero interessanti.

Il design di Fitbit Luxe

Partiamo questa recensione del Fitbit Luxe proprio dall’aspetto estetico del bracciale smart. L’indossabile di cui stiamo parlando ha un design molto particolare, con un corpo centrale che presenta un display realizzato con tecnologia AMOLED e una superficie touch.

A tutto questo si abbina un bracciale altamente personalizzabile, considerando che sono molti gli accessori proposti dall’azienda di produzione e molte sono anche le proposte di altri produttori. L’obiettivo è quello della personalizzazione elevata, per un prodotto che sicuramente si fa notare ampiamente.

Le colorazioni disponibili

Le colorazioni disponibili sono ben quattro. Si tratta di nero e acciaio inossidabile grafite, bianco lunare e acciaio inossidabile oro chiaro, orchidea e acciaio inossidabile grigio platino. La quarta versione è molto particolare, perché ha un cinturino Parker Link in acciaio inossidabile ro chiaro. Si tratta in quest’ultimo caso di una versione maggiormente ricercata, che comunque è accompagnata all’interno della confezione da un cinturino sostituibile più “classico”.

Tutte le versioni del Fibit Luxe sono comunque disponibili in una taglia unica, anche perché nella confezione troviamo un accessorio che dà l’opportunità di prolungare il cinturino.

Le funzioni e le attività sportive monitorate

Dal punto di vista delle funzionalità, il Fitbit Luxe permette di raccogliere numerose informazioni interessanti. Nel corso delle ore diurne il braccialetto smart in questione registra il battito cardiaco, il numero di passi e permette anche di fare un calcolo delle calorie bruciate. Le informazioni fornite sono davvero tante, anche nelle ore notturne (ad esempio è presente la funzione per monitorare la saturazione dell’ossigeno).

Molte anche le possibilità di monitorare e gestire le attività sportive. Si tratta di ben 20 funzioni in questo senso, che possono essere compiute anche quando non abbiamo con noi lo smartphone e se non ci interessa il GPS. Tra le opportunità a disposizione ci sono anche le attività da fare in piscina, considerando che si tratta di un prodotto che ha una certa resistenza all’acqua.

L’app e la durata della batteria

Un’applicazione molto utile completa il quadro di Fitbit Luxe, con l’obiettivo di fornire all’utente tutte le statistiche e i dettagli del monitoraggio, anche in tempo reale. È possibile, volendo, anche confrontare le statistiche con quelle di altre persone, ovviamente in modo anonimo.

Molto interessante la durata della batteria, che riesce a garantire l’utilizzo del braccialetto per cinque giorni con un’attività che può essere considerata normale. Da segnalare anche alcune piccole funzioni che rendono questo indossabile molto simile ad uno smartwatch: stiamo parlando della sveglia intelligente e delle notifiche che possiamo vedere sullo schermo.

Perché ci piace

Fitbit Luxe ci piace per tanti motivi. Principalmente per il suo design, davvero eccezionale. Le funzionalità offerte dai sensori sono molto precise. Anche se il prezzo potrebbe sembrare un po’ alto, questo bracciale smart è perfetto per tutti gli usi quotidiani, in qualsiasi contesto ci troviamo. È possibile acquistare Fitbit Luxe direttamente su Amazon, anche con spedizione veloce Prime.

Nella pagina sono presenti link di affiliazione su cui si ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi.

Gianluca Rini

Pubblicato da Gianluca Rini

Laureato in Scienze Turistiche, ho conseguito poi un master in Giornalismo e Comunicazione. Mi interesso da molto tempo del settore della scienza e della tecnologia e ho collaborato con diverse testate giornalistiche, cartacee e online.