Come creare un’app

Come creare un’app

Ti stai chiedendo come creare un’app in maniera semplice? Come creare un’applicazione Android o per iOS? Le strade per la creazione di un’app mobile sono diverse. Sicuramente sarai affascinato dall’opportunità di mettere a punto con le tue mani un’applicazione per smartphone o per tablet, ma magari non sai come fare precisamente. Sicuramente per creare un’applicazione servirebbero delle conoscenze specifiche di programmazione, che facilitano molto le operazioni.

Se ti stai chiedendo come creare un’app senza saper programmare, esistono però degli strumenti gratuiti online che ti permettono di realizzare un piccolo programma in modo semplice e veloce, in maniera intuitiva, grazie alla possibilità di trascinare diversi elementi, che andranno a comporre le varie sezioni dell’applicazione mobile, un modo utile per sviluppare app.

È tutto molto semplice, in questo articolo scopriremo tutti i dettagli sulla creazione delle app. Ti suggeriremo alcuni dei servizi online più interessanti, dopo aver visto quali sono gli strumenti necessari per la creazione di un’app, se hai delle conoscenze in tema di programmazione.

Imparare a programmare

Come creare un’applicazione, quindi? Innanzitutto ti segnaliamo alcune informazioni essenziali da conoscere se vuoi sapere come creare un’app. Ad esempio, se vuoi imparare a programmare (un percorso che richiede sicuramente tanto tempo e un grande impegno), potresti trovare utili tutti i dettagli da tantissimi libri di programmazione.

A titolo di esempio, se vuoi imparare a programmare in Java, ti consigliamo il manuale Il nuovo Java. Guida completa alla programmazione moderna. In alternativa, se vuoi saperne di più ad esempio su C#, ti suggeriamo il volume Programmare con C#8 – Guida completa. C’è anche un volume interessante su Python, Programmare con Python: 3 libri in 1: la guida completa per principianti.

I software per sviluppare app con codice

Se hai delle conoscenze di programmazione e vuoi iniziare a mettere mano sul codice, sono necessari determinati software per lo sviluppo: così potrai sapere come si crea un’app. A questo proposito sono a tua disposizione i Software Development Kit, denominati con la sigla SDK, e i software indipendenti. I primi sono degli strumenti forniti da Google, per i sistemi Android, e da Apple, per iOS.

La seconda tipologia di software per creare applicazioni è costituita da quelli messi a disposizione da terze parti. Grazie a questi programmi è possibile operare con lo sviluppo all’interno di ambienti di sviluppo specifici. In genere questi software sono molto utili, perché permettono ad esempio di esportare il progetto realizzato in compatibilità con numerosi sistemi.

Per quanto riguarda Android, puoi utilizzare quindi il software Android Studio. In relazione a iOS di Apple, è possibile invece utilizzare Xcode, apposito programma messo a disposizione dalla casa di produzione di Cupertino per la creazione di applicazioni dedicate ad iPhone e iPad. All’interno di questo strumento è possibile trovare un emulatore, attraverso il quale è possibile effettuare dei test delle varie app.

I servizi online per creare app senza codice

Come creare un’app gratis per Android o iOS? Se ti stai chiedendo come fare un’app, ma non ti va di imparare i codici dei più famosi linguaggi di programmazione, puoi sempre fare riferimento a delle proposte di servizi online per creare delle applicazioni per iOS o Android. Queste applicazioni web utilizzano degli ambienti di sviluppo che in genere risultano basati sul visuale.

Basterà trascinare al posto giusto i vari elementi per comporre l’app, senza avere a disposizione delle conoscenze specifiche di programmazione. Sono nel corso del tempo nati numerosi prodotti di questo tipo, che aiutano soprattutto chi è agli inizi della programmazione. In alcuni casi si tratta di applicazioni web che funzionano in modo gratuito, ma che potrebbero richiedere un abbonamento o un determinato pagamento per poter ad esempio salvare il progetto o esportarlo per modificarlo in un secondo momento. Ti suggeriamo alcune di queste web app.

Mobincube

Mobincube

Mobincube.com è un servizio online per la creazione di app molto utile che permette di rendere molto semplice il procedimento di creazione di un’app mobile. Infatti basta seguire una procedura guidata per specificare tutti gli elementi che sono necessari. È possibile anche scegliere un template grafico tra alcuni modelli già esistenti, che può essere usato come base di partenza per creare l’app.

In questo caso si tratta di un servizio online gratuito, che prevede un abbonamento mensile per poter salvare una copia del progetto e per togliere i credits del servizio dalla app.

iBuildApp

iBuildApp

Anche iBuildApp.com è un’altra valida soluzione per mettere a punto un’app mobile per Android o per iOS senza dover necessariamente scrivere il codice. È possibile utilizzare questa piattaforma per creare app con l’opportunità di aggiungere formati pubblicitari, di gestire le notifiche push, di integrare strumenti per il commercio elettronico.

iBuildApp dà l’opportunità di gestire numerosi tipi di contenuti, come notizie, articoli, foto, video, audio, ma anche altri strumenti, come il calendario degli eventi. Sono presenti tantissimi template pronti per l’uso.

Come pubblicare l’app sui principali store

Qualunque sia la soluzione che hai scelto per la creazione dell’app, dopo la realizzazione del programma mobile avrai la necessità di pubblicarlo sullo store che ti interessa. In questo modo avrai l’opportunità di incrementare il numero degli utenti e dei potenziali clienti del servizio che metti a disposizione.

Ti diciamo subito che il procedimento può essere molto lungo e complesso. Innanzitutto devi avere a disposizone un account sviluppatore, che è sempre obbligatorio, sia per Android che per iOS. Questa operazione ha un costo, che riguarda un abbonamento annuale (nel caso di Apple) o un prezzo una tantum (nel caso di Google).

La pubblicazione su Google Play

Se vuoi saperne di più, ad esempio, ti indichiamo che nel caso di Google Play bisognerà inserire le informazioni necessarie che vengono richieste, comprensive di titolo, categoria, descrizione e politica relativa alla privacy. Se l’app è approvata da Google, sarà pubblicata nel giro di poco tempo sullo store.

La pubblicazione su App Store

Nel caso di Apple App Store, le norme per la pubblicazione sono ugualmente rigorose, anche per mantenere gli standard di qualità necessari richiesti dall’azienda di produzione. Per questo motivo il team di Apple esamina attentamente le app prima dell’approvazione. Bisognerà fornire le indicazioni richieste, come l’icona e gli screenshot, oltre che nome, categoria e descrizione.

Il processo di approvazione potrebbe durare anche per qualche giorno. Sarà possibile ricevere un messaggio di posta elettronica, sia in caso di approvazione che di eventuale rifiuto. In questo caso puoi contattare il centro risoluzioni per avere a disposizione delle informazioni aggiuntive e per sapere come risolvere i problemi riscontrati e segnalati.

Nella pagina sono presenti link di affiliazione su cui si ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi.

LEGGI LE NOSTRE GUIDE TECH: CLICCA QUI

Gianluca Rini

Pubblicato da Gianluca Rini

Laureato in Scienze Turistiche, ho conseguito poi un master in Giornalismo e Comunicazione. Mi interesso da molto tempo del settore della scienza e della tecnologia e ho collaborato con diverse testate giornalistiche, cartacee e online.